PAOLA TURRA

LE VENEZIE SOGNATE

Paola Turra nasce a Venezia dove vive e lavora. Agli inizi degli anni ’90, nella sua città, segue i corsi di disegno e pittura del Maestro Francesco De Notaristefani, dal 1995 al 1997 si iscrive alla Scuola Libera del Nudo dell’Accademia di Belle Arti di Venezia ed inizia la sua attività espositiva, parallelamente frequenta lo studio del Maestro Dorino Cioffi e rafforza la sua formazione pittorica con le lezioni del  Maestro Miro Romagna.

Ha tenuto mostre personali e numerose sono le sue partecipazioni ad esposizioni nazionali, sue opere sono presenti in collezioni private sia in Italia che all’estero, molte sono le pubblicazioni in cataloghi del settore. Dal 2019 è presidente dell’Associazione Culturale Le Colonete di Venezia. L’Associazione che da più di quarant’anni, organizza mostre negli spazi di “rio terà de le colone” nella Contrada dei Dai de le Pignate e dei Farai vicino a Piazza S. Marco ed ha, come fine, la promozione, la divulgazione, lo sviluppo e la difesa di ogni forma d’Arte. Da Novembre 2021 fa parte di Atelier Contemporanei Venezia Arte, da ottobre 2022 condivide lo spazio dell’atelier di Luana Segato Luse, a Venezia in calle lunga San Barnaba.

LE VENEZIE SOGNATE

Quando dipingo cerco di trasmettere una sensazione di leggerezza, non sempre ci riesco, allora con lievi sovrapposizioni e fusioni cromatiche tolgo il più possibile i particolari stemperando le forme per creare un’atmosfera surreale dove le facciate, le chiese i palazzi perdono la loro definizione e divengono leggere superfici segnate dall’accurata contrapposizione di luce e di ombra.

Emerge quindi una Venezia silenziosa, completamente svuotata dalle masse di turisti che affollano le calli e lontana dall’incessante movimento della vita quotidiana. È una città deserta e surreale dall’atmosfera malinconica ma che si anima dal gioco improvviso della luce e dove emerge l’amore per la mia città.

Paola Turra

www.paolaturra.com

Gallery

Pittura

7 Comments Lascia un commento

  1. L’amicizia con Paola mi ha permesso di entrare a conoscere il suo mondo a colori delicati , pastello onirici di una visione Venezia fanstastica ,stupefacente di bellezza .

Ciao, lascia un commento, grazie.